INAIL - Circolare n. 64 del 27/11/2012

L’Art. 1, comma 21, lett. a) e lett. c) della Legge n. 92/2012 sancisce:

  • la modifica del requisito soggettivo necessario alla stipula del contratto di lavoro intermittente, concernente l’età anagrafica del lavoratore (Art. 34, D. Lgs. N. 276/2003);
  • l’abrogazione dell’Art. 37 della Legge Biagi, contenente il riferimento ai periodi quali il fine settimana, le ferie estive, le vacanze natalizie e pasquali, per lo svolgimento di lavoro intermittente in periodi predeterminati.

DAL 18 LUGLIO 2012

il ricorso al lavoro intermittente è ammesso, in via generale, per lo svolgimento di prestazioni a carattere discontinuo

  • in base alle esigenze (attività e mansioni) individuate dai contratti collettivi; in assenza di una specifica disciplina contrattuale il ricorso al lavoro intermittente è permesso per prestazioni a carattere discontinuo o intermittente evidenziate nell’elenco contenuto nel R.D. n. 2657/1923, come previsto dal D.M. 23/10/2004;
  • per periodi predeterminati nella settimana, nel mese o nell’anno definiti dai contratti collettivi;
  • con soggetti di età inferiore a 24 anni o superiore a 55 anni, anche pensionati.

Circolare INAIL n.64/2012

Per i Clienti iscritti al sito è possibile consultare (dopo aver effettuato il login) altro materiale informativo al seguente link: Utilità - Area download - Sezione Lavoro

Calendario

Meteo

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Per saperne di più consulta l'informativa. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.