L’art.1, co.23 della L. n.92/12, è intervenuto modificando gli articoli da 61 a 63 del D.Lgs. n.276/03, riguardanti la disciplina del rapporto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto. Le nuove disposizioni si applicano solo ai contratti di collaborazione stipulati successivamente alla data di entrata in vigore della legge di Riforma (18 luglio 2012).

Con la circolare n.29 dell’11 dicembre 2012, la Direzione generale per l’Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro esprime la propria interpretazione in ordine alle novità con diretta ricaduta sull’azione di vigilanza.

La circolare fissa le linee interpretative alle quali il personale ispettivo deve attenersi nel valutare la qualificazione del contratto a progetto, fornendo una lettura delle nuove norme introdotte dalla Riforma Fornero, sgombrando il campo da eventuli imprecise e improvvisate interpretazioni del testo normativo.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Per saperne di più consulta l'informativa. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.